Comunicato del Santuario Egizio d’Italia per l’ottantesimo anniversario del 7 dicembre 1941.

Reading Time: 2 minutes

Oggi nella Storia Massonica Universale commemoriamo l’attacco a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941.

L’attacco a Pearl Harbor, noto anche come Battaglia di Pearl Harbor, Operazione Hawaii o Operazione AI da parte del quartier generale imperiale giapponese e Operazione Z durante la pianificazione, fu un attacco militare a sorpresa contro le forze militari americane alle Hawaii.

L’attacco a Pearl Harbor è spesso chiamato il punto di ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, non è stata la prima azione intrapresa dagli americani che coinvolgono la guerra. Prima dell’attacco a Pearl Harbor si sono verificati una serie di eventi, incluso un accordo denominato “Base per i cacciatorpedinieri”.

L’accordo è stato concluso dal Presidente Americano e Fratello Libero Muratore, Franklin Delano Roosevelt che stava tentando di evitare il Congresso nel fare un accordo per aiutare gli inglesi nella loro lotta contro la Germania nazista.Prima dell’attacco a Pearl Harbor c’era un forte sentimento di isolazionismo negli Stati Uniti.

L’evento della prima guerra mondiale circa vent’anni prima aveva lasciato gran parte del paese restio a impegnarsi nella guerra in Europa. Molti avevano familiari e amici morti o feriti durante la prima guerra mondiale. Molti pensavano che l’Europa dovesse cavarsela da sola e non credevano che entrare in un’altra battaglia in Europa valesse la spesa di denaro, risorse e vite umane. Il Fratello Roosvelt non era una di quelle persone e credeva che l’America dovesse unirsi ai combattimenti.

Leggi il comunicato integrale nel sito della Massoneria Egizia in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *