fbpx
Reading Time: 3 minutes

Diciamocela tutta. Nel mondo Iniziatico, la tecnologia ha rivoluzionato il mondo di frapporsi tra membri di una data Via e gli stessi ed il mondo cosìddetto profano. Molti tentano di “demonizzare” il web, la tecnologia, l’uso spasmodico delle ricerche digitali e del copia-incolla. Negli ultimi anni abbiamo notato un incremento notevole di rispettabili organizzazioni iniziatiche (massoniche, rosicruciane, martiniste, ermetiche) che comunicano su Facebook, creano gruppi Whatsapp, pubblicano contenuti su Instagram, pubblicano articoli blogpost nei loro siti, oggi spesso più aggiornati di tanti siti web aziendali.

Non dobbiamo demonizzare la tecnologia, ci aiuta a stare in contatto (vedi la recente pandemia che ha colpito il nostro Belpaese) anche con video in diretta tra Iniziati; la tecnologia aiuta i “cercatori” di oggi, quelli che prima andavano in biblioteca, oggi si interfacciano con il Web. Certo, il Segreto deve restare tale, ma non è un male comunicare (comunicare, non fare proselitismo) ad un pubblico sempre più vasto, giovane e forse anche più preparato. Quello che dobbiamo invece mettere in evidenza, quello che dobbiamo sempre evitare, quello che dobbiamo scacciare ad ogni costo, è il maledetto vizio dell’inoltro in CCN di comunicazioni, email, messaggi (talvolta anche vocali) talvolta riservate e comunicate “sotto-maglietto” come si dice in gergo.

Ma andiamo con ordine. Cosa significa il termine “sotto-maglietto” ed in quale ambito si applica?

Senza svelare troppi elementi Rituali, accenneremo all’ambito ed al momento. Siamo in Massoneria e siamo nella fase della circolazione del T.·.d.·.V.·., circolano due sacche, una per proposte, un’altra specificatamente per il T.·.d.·.V.·.. Circolato quest’ultimo tra le Colonne, la sacca viene depositata sullo scranno del M.·.V.·.; questi vi pone temporaneamente il maglietto sopra, lo pone cioè «sotto maglietto», da qui all’O.·.. Questi non conterà il contenuto e dice di rimando la famosa frase del Rituale Massonico: “M.·.V.·., il T.·.d.·.V.·. ha f.·. tre e più m.·. per la C.·. del T.·.”.

Orbene, cosa significa quel porre il maglietto sulla sacca da parte del M.·.V.·. e perché l’O.·. non conta?

La Massoneria, quella pura, quella Tradizionale, si base anche sulla discrezione. Tale va applicata anche alla raccolta per il T.·.d.·.V.·.. Infatti il M.·.V.·., assume la responsabilità di lasciare “segreto” il contenuto della raccolta, solo il Fr.·. Osp.·. alla fine della Tornata e con tutti i partecipanti usciti dal T.·. potrà avere la possibilità di contare. Questo perché? Di base, la discrezione vuole che quel contenuto non venga comunicato a tutti partecipanti, per non mettere in difficoltà chi in quel momento non poteva donare o chi, in grossa difficoltà, ha invece preso. Che responsabilità. Che immagine soprattutto pura di Fratellanza.

tronco della vedova

Da uno specifico passaggio rituale, il “sotto-maglietto” viene usato per proteggere alcune decisioni di una Loggia (l’ammissione di un profano ad esempio) ed è divenuto nei secoli anche un modo per comunicare tra Fratelli e Sorelle in maniera discreta, confidenze, anche per questioni legate alla Loggia, al Rito, all’Istituzione. Il “sotto-maglietto”, oggi, con il largo uso della tecnologia è talvolta (ahimè) comunicato con email, con messaggi Whatsapp, talvolta vocali.

L’Armonia, il Rispetto del segreto e delle regole non scritte delle comunicazioni date “sotto-maglietto”, necessiterebbero, in un mondo iniziatico ideale, che tali vengano sempre considerate e che non circolino ai “non destinatari”. Cosa che purtroppo alcuni falsi maestri, profani finanche nel mondo iniziatico di cui fanno parte magari da 10-20-30 anni, dimenticano (diamogli il beneficio del dubbio, magari neanche sanno cosa significa “sotto-maglietto”). Pertanto li riconoscete subito questi pseudo-iniziati de’noiantri; vi vedete recapitare email in CCN non destinate a voi, vi arrivano messaggi vocali o whatsapp non dedicati a voi… e quel povero fratello, quella ingenua sorella, nella loro genuina e fraterna buonafede si ritrova partecipe non volendo di un chiacchiericcio da bar.

Altro che mondo iniziatico…

Tutto questo ovviamente porta alla disarmonia, ed in ambito iniziatico, la disarmonia non dovrebbe neanche consentire l’accesso ai Lavori. Ricordate quel film di Alberto Sordi e Monica Vitti “Io so, che tu sai, che io so” ? Ecco, talvolta alcuni si ritrovano in questa situazione. O peggio, comunicazioni, confidenze dette specificandone il contenuto “sotto-maglietto” fanno il giro tra non destinatari, in chat o in email. Diffidate pertanto da questi pseudo-iniziati, non fatevi portatori di comunicazioni non rivolte a voi, mettete in evidenza questi atteggiamenti profani. L’Armonia ne beneficerà, e con essa tutto l’Eggregore del gruppo di cui vi onorate di far parte.

Se volete approfondire questo specifico aspetto, vi rimando ad un mio precedente articolo, pubblicato sempre qui su questo blog, articolo dal titolo “Eggregore; tra Rituale, Armonia e dis-armonia“.

Wusermatra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *